20 Febbraio, 2019 | Di

Sfruttare la Marketing Automation per aumentare la fidelizzazione dei clienti... e i profitti

marketing automation

Nel 2018 in Italia ci sono stati miliardi di invii di email. Si stima che sia stata mandata più di un’email al secondo, ogni giorno!

Questi dati sono sufficienti a far ricredere coloro che pensano che l’email marketing sia obsoleto, una “reliquia” da lasciarsi dietro lungo il cammino. Perché le email stanno diventando sempre più parte integrante del nostro quotidiano.

Non sei convinto?

Allora rispondi a questa domanda: quanti account di posta possiedi?

Sicuramente almeno uno. Altrimenti dove riceveresti le conferme di prenotazione di voli e hotel, come faresti acquisti online, da dove leggeresti le newsletter dei tuoi brand preferiti e, soprattutto, come potresti accedere a Netflix?!?

L’email marketing è come un buon vino rosso: più invecchia più diventa buono.

marketing automation

Quando l’automation viene integrata all’interno della strategia di email marketing, le performance di questo canale crescono in maniera esponenziale.

Infatti, secondo una ricerca effettuata da EmailMonks, l’email marketing supportato da processi di automation garantisce un aumento del ROI medio di circa il 125%. La percentuale più alta di qualsiasi altro canale digitale.

Interessante, no?

Adesso probabilmente ti starai chiedendo:

Che cos’è l’email marketing automation?

marketing automation

L’automation marketing è l’attività che permette di inviare ai propri clienti comunicazioni personalizzate, programmate nel momento più opportuno, attraverso degli automatismi, ovvero delle regole da impostare preventivamente sulla propria piattaforma email.

Nell’email marketing automation ci sono sostanzialmente due tipologie di automazione, basate su: tempo e comportamento.

Analizziamo le differenze attraverso degli esempi.

  • Automazione sul tempo: potrebbe essere l'invio di una serie di comunicazioni di “benvenuto" da mandare una volta a settimana (per un numero limitato di settimane) ai nuovi iscritti che si registrano al sito.  
  • Automazione sul comportamento: è un’attività più complessa rispetto alla precedente, basata appunto sul comportamento dell’utente. Se ad esempio, all’interno della mail, clicca sulla CTA per scaricare un coupon, potremo inviargli un’ulteriore mail per fornirgli maggiori dettagli sull’offerta.

Altri esempi di email transazionali sono:

  • Email di benvenuto

  • Carrello abbandonato

  • Conferma ordine

  • Aggiornamenti dell'account

  • Ripristino password

  • Promemoria di eventi

Serve davvero, quindi, fare marketing automation?

marketing automation

Se quanto finora detto non ti ha ancora convinto, ecco tre validi motivi per cui fare email marketing utilizzando la marketing automation:

  1. Risparmio del tempo: dopo aver impostato le serie di email da inviare, potrai lasciare che vengano spedite automaticamente. E dedicarti ad altro.

  2. Consegna assicurata: con l’automation marketing puoi inviare mail al momento giusto e ai destinatari più interessati. Puoi persino personalizzare la consegna in base a diversi fusi orari.  
  3. Aumento delle aperture e delle interazioni: l'automation marketing aumenta il tasso di apertura delle email e il CTR, questo perché i messaggi sono più tempestivi e di maggiore interesse per i destinatari. Questo comporta un aumento degli iscritti, quindi dei potenziali clienti, una maggiore fidelizzazione e, in definitiva, un incremento del fatturato.

Come avere successo nella marketing automation?

marketing automation

Ci tengo a concludere con due consigli per un automation marketing efficace:

  • Testing: quando hai la possibilità fai a/b test, su qualsiasi elemento (oggetto, CTA, testi, colori etc.). In questo modo riuscirai a rendere ancora più performanti le tue email.   

  • Segmentazione: mostra ai tuoi utenti ciò che realmente gli interessa, per cui suddividi e segmenta in gruppi i tuoi destinatari. All’inizio, puoi differenziare per età o genere e quando ti sentirai più sicuro potrai segmentare per interessi, valore di acquisto, scontrino medio etc. etc...

Spero che questa breve guida ti sia stata d'aiuto.

Se l'articolo ti ha incuriosito e vorresti un parere esperto su come avviare o ottimizzare la tua strategia di email marketing, scrivici senza impegno.