31 Luglio, 2020 | Di Wellnet

La realtà aumentata trasforma il Social Media Marketing

realtà aumentata

Che cosa si intende per Realtà Aumentata? 

 

La realtà aumentata, Augmented Reality (AR), è un insieme di tecnologie hardware e software che utilizzano l’intelligenza artificiale per inserire oggetti tridimensionali digitali nell’ambiente reale circostante, permettendoci di interagire con essi.  

L’AR spesso viene confusa con la realtà virtuale (VR), ma le due tecnologie sono molto differenti. L’AR ha lo scopo di aggiungere informazioni alla realtà circostante, mentre la VR crea una vera e propria realtà nuova, un mondo parallelo. Anche l’esperienza che gli utenti vivono è un elemento di differenziazione tra le due tipologie di realtà: nel primo caso gli utilizzatori possono interagire con gli oggetti 3d, che percepiscono attraverso tutti i sensi all’interno dell’ambiente in cui si trovano, mentre nella VR vivono un’esperienza virtuale a 360° perché si ha un’alterazione della percezione di tutto l’ambiente circostante, immergendosi in uno spazio completamente nuovo. 

 

Cosa c’entra la AR con il Social Media Marketing? 

 

La realtà aumentata la utilizziamo tutti i giorni sui Social.  

Ebbene sì, ogni volta che pubblichiamo una Story Instagram o un video su Snapchat e utilizziamo i filtri a disposizione, non facciamo altro che utilizzare le funzionalità di realtà aumentata. Da qualche mese questi filtri sono anche personalizzabili, e le aziende non hanno tardato ad auto-produrseli, così da promuovere il proprio brand in modo ancora più coinvolgente. 

Questi filtri infatti hanno lo scopo di pubblicizzare le pagine aziendali, rendono il marchio riconoscibile, sponsorizzano nuovi prodotti o il lancio di nuove collezioni. Basti pensare ai grandi marchi di abbigliamento, di occhiali, di cosmetici, ma anche di food, che hanno creato filtri divertenti, emozionanti e che riproducono i propri prodotti. Un esempio su tutti: la Chiara Ferragni nazionale, per il suo brand, si è fatta creare un filtro che riprende la grafica del suo logo, ma anche un noto marchio di occhiali ha personalizzato i suoi filtri con i modelli in commercio di tutti i colori. E, infine, una famosa azienda di cosmetici ne ha creato uno che simula un’applicazione dei suoi illuminanti per il viso. 

 

L’evoluzione? La Realtà aumentata cambierà il modo di acquistare i prodotti. 

 

Facebook sta iniziando a consentire l’utilizzo di Spark AR, una piattaforma che permette di provare digitalmente gli articoli, da acquistare tramite Instagram, con il solo aiuto della telecamera dello smartphone. 

Instagram si sta trasformando in una “cabina di prova digitale” e in uno “specchio per trucco e parrucco”. Da mesi negli USA si stanno sviluppando le versioni beta, in cui sulle pagine Instagram di alcuni famosi brand puoi già "provare" un paio di scarpe o una particolare colorazione di rossetto, senza recarti nello store.  

 

I Vantaggi? 

 

In questo modo il consumatore scettico, che generalmente non acquista online perché ha la necessità di provare l’abito o l’ombretto prima di acquistarlo, può provarlo “digitalmente”. La realtà aumentata elimina la necessità di avere fisicamente disponibile un ampio inventario, per consentire ai clienti di provare gli articoli. I clienti potranno provare centinaia di prodotti senza dover affrontare la fatica e lo stress del camerino, ma con un solo click e comodamente dal divano di casa. 

La realtà aumentata applicata ai Social cambierà il nostro modo di acquistare e sicuramente sarà un aiuto alla vendita per le attività E-commerce. 

 

Wellnet
Wellnet

Wellnet è una nuova realtà nel panorama delle agenzie digitali italiane: 70 expertise complementari e integrate, con sedi a Milano, Torino Cuneo e Modena, frutto della fusione di tre realtà di successo preesistenti.

Potrebbe interessarti: