Industria 4.0 - Doteco investe sul software per il controllo delle linee di produzione

Il cliente

Doteco SpA è un’azienda del modenese che opera nel settore della produzione di macchinari per la trasformazione delle materie plastiche dal 1994. In oltre 20 anni di attività è diventata un punto di riferimento internazionale, capace di vendere più di 10.000 unità in tutto il mondo e di produrre un fatturato superiore ai 12 milioni di Euro.

La richiesta

Dopo aver raggiunto l’eccellenza nella meccanica e nell’elettronica, Doteco decide di puntare sui sistemi software come valore aggiunto nell’utilizzo dei propri macchinari. L’idea è quella di progettare i nuovi pannelli HMI passando da tecnologie legacy verso piattaforme web e chiede a Wellnet di progettare la UX e l’architettura oltre che lo sviluppo del software.

Il progetto

User Experience e Design

Lo studio della UX parte da una serie di interviste per comprendere le esigenze peculiari di Doteco e le caratteristiche del settore in cui opera.
La sfida? Creare interfacce che semplifichino l’interazione con i sistemi prodotti dal Cliente e agevolino il monitoraggio della produzione.

I pannelli, con dimensioni che vanno dai 7 ai 21 pollici, necessitano di soluzioni studiate ad hoc. Quelli più piccoli devono presentare un insieme ridotto di elementi senza però limitare l’operatività dell’utente. Quelli più grandi devono mantenere ordine e struttura per guidare l’operatore negli scenari più comuni.

I risultati di questo studio sono dei wireframe navigabili, prodotti con Axure.

 

Infine, creiamo il design delle nuove interfacce a partire dal Look and Feel che Doteco ha definito per le sue nuove applicazioni.

Sviluppo Backend

L’obiettivo è creare una piattaforma affidabile ed estendibile.
Estendibile perché il parco macchine di Doteco è ampio ed in continua evoluzione.

Il backend, oltre a fornire i dati necessari al Frontend, interagisce con i PLC a bordo macchina (tramite protocollo Modbus), gestisce la storicizzazione dei dati (allarmi, variabili di processo, ecc) e, in generale, si occupa di tutto quello che non è gestito a livello di PLC.

All’inizio della nostra consulenza, grazie all’analisi dei requisiti e alla valutazione tecnica degli sviluppatori del Cliente, individuiamo in Play Framework 2 (con API Java) la soluzione ideale. Su questa base, impostiamo una gestione ad eventi (tramite EventBus di Guava) che sarà fondamentale per creare un sistema modulare.

Durante i progetti Kalibro e Pro-Tune, sviluppiamo un API REST (per disaccoppiare il Backend dall’interfaccia grafica) e le componenti necessarie al funzionamento del sistema. Particolarmente ostico è il Reverse Engineering della vecchia Pro-Tune (sviluppata in Visual Basic) che ci porta a collaborare strettamente col cliente per gestire la complessità di un software che, per anni, ha beneficiato di svariate evoluzioni per soddisfare le esigenze del mercato.

Le componenti sviluppate vengono consolidate con test unitari sviluppati con JUnit, Mockito e PowerMock.

Sviluppo Frontend

Le dashboard di Doteco devono essere applicazioni affidabili e reattive.

Sviluppiamo un Frontend responsive per supportare i pannelli di varie dimensioni che il Cliente fornisce a corredo dei propri sistemi.

Le dashboard, costituite da componenti interdipendenti e caratterizzate da interazioni articolate, richiedono una soluzione JavaScript moderna: la selezione ricade su React, una libreria sviluppata da Facebook per costruire interfacce reattive, modulari e manutenibili.

Lo stato dell’applicazione è gestito da Redux, un framework leggero e robusto che si rivela fondamentale anche per centralizzare la gestione degli eventi che regolano la comunicazione tra le componenti React.
Il Frontend si interfaccia al Backend sfruttando gli endpoint REST ed implementa le funzionalità in Real-time tramite WebSocket.

Le dashboard di Pro-Tune, aggregando e mostrando dati in tempo reale sullo stato del sistema, necessitano di una soluzione di charting flessibile e interattiva. Decidiamo di utilizzare HighCharts che, con la sua estrema flessibilità, ci consente di produrre dei grafici fruibili e dall’aspetto accattivante.

Il risultato

Oltre a clienti finali più soddisfatti di utilizzare pannelli snelli e moderni, anche Doteco ha beneficiato di questo investimento riducendo sia i costi di manutenzione delle installazioni presso i clienti che il time to market di moduli aggiuntivi.