5 Settembre, 2014 | Di

L’esame di Certificazione Acquia come Drupal Developer - Backend Specialist

L’esame di Certificazione Acquia come Drupal Developer - Backend Specialist

Ho recentemente passato l’esame come Acquia Certified Developer e Acquia Certified Developer – Backend Specialist. Qua di seguito le mie prime impressioni.

Come Sviluppatore Senior Drupal, sono stato più che contento di apprendere che Acquia fornisce un esame Drupal.

 

Ho scoperto Drupal circa 7 anni fa e da allora ho sempre voluto confrontare il mio modo di fare Drupal con altri architetti Drupal nel mondo, perciò la certificazione Acquia rappresenta per me il metro ideale per misurare le mie competenze.

Fin dall’inizio il test è strutturato nella giusta maniera. Puoi effettuare l’esame in sede (fisicamente) o online. Le domande sono strettamente correlate a Drupal e coprono tutti quei topic che uno sviluppatore dovrebbe conoscere e coinvolgono sia la tecnologia che lo sviluppo. C’è un limite di tempo per le risposte. Nessuna possibilità di barare. Insomma, sembra chiaro, puntuale e professionale.

L’esame  "Acquia Certified Developer - Backend Specialist"

Dopo aver fatto l’esame come Sviluppatore Certificato Acquia, ho avuto la possibilità di provare il livello successivo. In questo test avanzato, ci sono 60 domande raggruppate in 8 topic principali:

  • Concetti fondamentali di Sviluppo Web
  • Drupal core API
  • Estrapolazione a strati di Database
  • Codice di debug e risoluzione dei problemi
  • Integrazione dei Temi
  • Prestazione
  • Sicurezza
  • Partecipazione alla Community.

Hai 90 minuti per rispondere e si può navigare avanti ed indietro attraverso le domande ed anche evidenziare la domanda da revisionare in un secondo momento.

I PRO:

  • Il test appare molto professionale. Domande e risposte accurate. In particolare, tante domande riguardo a “come puoi fare qualcosa con Drupal” (es.: le entità). Sembra disegnato sulla mia esperienza lavorativa, quindi sono stato felice di scoprire che sto usando Drupal nel modo migliore.
  • le domande sono presentate come case-study, tipo scenario. Così, in sostanza, se stai utilizzando Drupal e segui le guidelines per lo sviluppo, puoi evitare di studiare per questa tipologia di domande. E’ come leggere lo scenario di un documento per un progetto, nulla di astratto.
  • GIT avanzato. Ad oggi un utilizzo avanzato del versionamento del codice è obbligatorio a livello enterprise, quindi sono stato felice di vedere che Acquia sta spingendo in questo senso gli sviluppatori della community.  Come per dire: non conosci git? Allora evita di fare coding con Drupal. Un po' diretto, ma è la verità.
  • Incoraggia a scrivere del buon codice. Tutto l’esame di backend gira intorno alle best practice e al seguire le linee guida, il che è molto importante per avere moduli Drupal di qualità e di conseguenza mantenere un alto livello di qualità all’interno della community.

I CONTRO:

  • domande css. Dato che si tratta di un esame sul backend, non mi sarei aspettato di trovare così tante domande sul CSS, che mi aspettatavo essere riservate all'esame per frontend specialist. 
  • domande malposte. A volte lo scenario delle domande non è ben descritto e ciò porta a fraintendimenti. Penso che alcune domande potrebbero essere scritte in un modo migliore.
  • risposte sbagliate. Non è possibile sapere che cosa ho sbagliato, quindi non posso imparare dai miei errori. Capisco che questo comportamento evita di barare, ma io non sono interessato alla risposta giusta: mi basterebbe sapere quali domande ho sbagliato; in questo modo dovrei essere in grado di studiare più in uno scenario specifico.
  • preparazione dell'ambiente per l'esame online.  E' un po' complicato, ma non è così complicato come riportato nelle istruzioni. Consiglio di utilizzare una webcam esterna perché il software di tutoraggio ha bisogno di "spiare" sia la tastiera e il luogo in cui ti trovi, comunque è possibile impostare tutto l'ambiente in meno di un'ora.